Nuclearforpeace

Seminario:
Progetto di pacificazione dell'area coreana

Assisi - Sacro Convento - 28 ottobre 2017

Presentazione

Il 2017 è l’anno della svolta della minaccia nucleare sull’umanità, perché il 7 luglio 2017 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha ratificato il Bando totale delle Armi Nucleari e perché quest’anno si sta vivendo la crisi nucleare coreana come “gioco d’azzardo” che in un attimo può infuocare tutta l’umanità.
In questo contesto siamo chiamati tutti ad operare per un mondo senza atomiche, compreso il nostro “Comitato per una Civiltà dell’Amore” che dal Sacro Convento di Assisi ha accompagnato la conversione in energia di pace delle prime 20.000 testate nucleari del Piano Usa-Russia “Megatons to Megawatts” avviato dopo il Seminario promosso a Roma “Conversion Nuclear Warheads for Peaceful Purposes” con l’incoraggiamento di S. Giovanni Paolo II il 15 giugno 1992.

E come allora, il nostro Comitato indice un Seminario per un nuovo Piano di conversione nucleare in sviluppo di Pace, a cominciare proprio dall’Area Coreana, oggi così determinante per la Pace di tutto il mondo, in modo da passare subito all’applicazione dello storico Bando delle atomiche appena proclamato.
Questa nuova proposta la vogliamo compiere dall’Italia e dall’Europa, che ha conosciuto tutta insieme la rinascita dopo il II Conflitto Mondiale e la costituzione e la vita fino all’attuale Unione Europea, paladina di Pace e di concordia tra i vari popoli non più in guerra fra loro, ma in sinergia di sviluppo davanti alle sfide mondiali, per offrire all’Area Coreana un piano di pacificazione e sviluppo, un nuovo esempio di convivenza e reciproco sostegno fra popoli così diversi.

Al Seminario con Rappresentanti del mondo diplomatico, del mondo della sicurezza militare e del mondo tecnologico-imprenditoriale verrà discusso un Piano di Pacificazione e di sviluppo energetico-industriale a favore delle popolazioni dell’intera Area Coreana, in modo da servire a quanti possono promuovere di fatto la Pace Nucleare e liberare il mondo dalla minaccia di un’apocalisse nucleare.