Nuclearforpeace

ATOMS FOR PEACE

Roma, maggio 2011

Relazione Seminari presso Licei e Istituti Superiori nel Lazio

L’Attualità delle notizie giornalistiche, ci porta a dire che vi è un comune e diffuso pregiudizio ideologico nei confronti del nucleare che invece non è stato riscontrato ma superato dai giovani partecipanti ai Seminari di informazione da noi condotti. A ragione di ciò, il beneficio avuto da una più ampia e chiara informazione per stimolare le coscienze dei cittadini. Tutte le 10 scuole contattate e disponibili all’esperienza hanno ben collaborato con noi, sensibilizzando studenti e professori alla questione nucleare per lo sviluppo di paesi poveri; abbiamo ricevuto applausi ed attenzioni da parte degli studenti, oltre 500, coinvolti nei seminari. L’esperienza condotta in questo tempo, ha constatato l’interesse per la questione nucleare di diversi giovani, tra i cui studenti delle classi quinte in fase di analisi e scelta del percorso universitario da intraprendere; ha inoltre dimostrato l’importanza di coinvolgere giovani generazioni alle questioni energetiche e di sviluppo sostenibile del nostro Paese e del mondo intero. Gli stessi docenti hanno riportato un interesse verso l’argomento e la disponibilità a perseguire il percorso di informazione e formazione intrapreso.

Ringraziamenti del Liceo Foscolo di Albano a Civiltà dell'Amore

In data 13 maggio ’11 presso la biblioteca del Liceo Foscolo si è svolta una conferenza sull’impiego dell’energia nucleare per lo smaltimento degli ordigni nucleari costruiti dagli Stati mondiali durante il periodo della guerra fredda. Dalla presentazione è emerso che l’utilizzo delle bombe a testata nucleare, il cui numero è stimato intorno alle 100 mila unità, come combustibile delle centrali risulta un fruttuoso sistema di disarmamento e, al contempo, fonte di produzione energetica. Ulteriori oggetti di esposizione sono state indicazioni numeriche sull’impiego delle centrali nucleari in diversi Paesi del mondo, il quantitativo di scorie prodotte, gli investimenti connessi al progetto di utilizzo degli ordigni come combustibile. La conferenza è risultata piacevolmente interessante alle classi III e IV Brocca che hanno partecipato attivamente sottoponendo il docente espositore a svariate domande di natura tecnica,economica e ambientale.

Ringraziamenti dal Liceo Gullace di Roma

Gent. Loredana,
desidero informarla che, come da accordi presi con lei, oggi presso il Liceo Scientifico Gullace Talotta di Roma, dove insegno, si è svolto l'incontro sul tema relativo alla conversione dalle armi nucleari all'energia nucleare e allo sviluppo sostenibile nel mondo. Alla presentazione ha partecipato la classe 4C dove insegno. Il tema è stato presentato dall'ingegnere Giuseppe Rotunno, accompagnto da altri due relatori. La presentazione è stata chiarissima, puntuale sotto l'aspetto scientifico e accattivante per i collegamenti con i fatti storici e i temi di carattere economico relativi agli ultimi decenni del Novecento. I ragazzi hanno ascoltato con attenzione e interesse, colpiti dall'autorevolezza e dalla competenza in materia dell'ingegnere Rotunno, che ha poi risposto con dedizione a tutte le domande degli alunni, desiderosi di comprendere meglio il dibattuto tema dell'energia nucleare, soprattutto in questi tempi in cui sappiamo essere tornato alla ribalta dopo i fatti successi in Giappone. Positiva infine la prospettiva, presentata in conclusione, di poter impiegare i nuovi dividendi economici all'aiuto ai paesi in via di sviluppo. Desidero con la presente ringraziare innanzitutto l'ing. Rotunno, per la pazienza e la passione dimostrata nel parlare con i giovani, i relatori che lo hanno accompagnato e ringrazio infine il Comitato per una Civiltà dell'Amore per l'opera meritoria di sensibilizzazione e impegno in questo campo. Auspico che sia possibile per la nostra scuola di continuare a collaborare in futuro con il Comitato con un maggior coinvolgimento di colleghi e studenti, per una migliore sensibilizzazione sugli importanti temi del disarmo e di un migliore utilizzo delle tecnologie di produzione dell'energia al fine dello sviluppo e della pace.

Grazie a Voi de La Fabbrica per la possibilità che ci avete offerto e porgo cordiali saluti.

Prof.ssa Adalgisa D'Agostini